A.S.CU.NA.S                                    Associazione   (onlus)                               Associazione per gli  Studi Culturali e Naturalistici della Sardegna  

iscritta al n. 1518 del Registro Generale del Volontariato della Regione Sardegna

e-mail: naturasardegna@yahoo.it    http://www.ascunas.it                    tel. 340 2760454

Ciòcchi e Bòtti

scarica qua il logo del progetto!!!

PROGETTO

“Ciòcchi e Bòtti”

“Laboratorio di percussione integrale”

 Per informazioni: 349 8703074

Presentazione del progetto:

è un progetto sperimentale di musica, integrazione e riutilizzo creativo dei materiali di recupero nato dalla necessità di sensibilizzare varie generazioni, gli alunni delle scuole e perché no, i genitori, così da creare anche un ponte generazionale e dare nuovi canali di comunicazione alle famiglie e alla scuola, promosso dalla Associazione ASCUNAS, con il coinvolgimento di altri gruppi e   associazioni culturali presenti nel territorio.

CIOCCHI E BOTTI è un percorso di crescita nei confronti dell’altro, nel rispetto delle diverse capacità. “la banda è la banda”. Non ci sono solisti, non ci sono elementi che spiccano rispetto ad altri ma si è tutti uguali e ognuno dà il proprio contributo col massimo del proprio impegno.  Il numero dei partecipanti previsto è di circa 60 elementi, tra bambine, bambini, adolescenti, giovani, adulti, abili e diversamente abili.

A dirigere questo gruppo eterogeneo è Giovanni Careddu, coadiuvato dall’esperto Stefano Baroni, insieme a quattro collaboratori. Nasce come progetto sperimentale legato all’integrazione e al riutilizzo creativo di materiali di recupero, la “banda” sarà capace di superare le differenze facendo musica d’insieme. Suonando e costruendo insieme i propri strumenti, esaltando l’unicità di ciascuno e andando oltre qualsiasi distinzione.

Data inizio prevista del progetto:

·         ottobre 2016.

·         FINALITA’ EXTRAMUSICALI:

·         Migliorare l’autostima, l’espressività, l’autonomia, la capacità relazionale e la capacità di lavorare in gruppo, fondamentali in una fascia d’età come l’adolescenza e la preadolescenza.

·         Migliorare la consapevolezza corporea, l’equilibrio, la coordinazione motoria e di conseguenza le capacità di attenzione e concentrazione, la gestione delle coordinate spaziali, in forma statica e in movimento. Attivare vari lobi cerebrali attraverso attività di coordinazione corporea.

OBIETTIVI MUSICALI:

·         Migliorare la capacità di sincronizzazione, lo sviluppo del senso ritmico, l’ascolto, sviluppare una memoria auditiva fondamentale per la ricchezza del linguaggio parlato e musicale

·         Esplorare i suoni e la loro funzione in relazione alle tecniche della percussione

·         Imparare coreografie in movimento, ostinati ritmici in combinazione e in sovrapposizione.

·         Imparare la tecnica base delle percussioni della marching band e imparare i vari brani di stile diverso che verranno proposti.

·         Creare un repertorio da poter proporre alle varie manifestazioni scolastiche e extrascolastiche.

RISULTATO SOCIALE PREVISTO:

·         Creazione di un progetto pilota unico in Sardegna che possa rappresentare il territorio e la scuola sia nel territorio Comunale che al di fuori in una modalità nuova, spettacolare, dall’altissimo contenuto educativo e con un alto potere aggregante.

·         alfabetizzazione dei partecipanti e degli ascoltatori rispetto a repertori musicali provenienti da varie tradizioni del mondo.

·         creazione di un senso di identità e di appartenenza a qualcosa di importante da parte dei partecipanti (importantissimo in una fase critica come quella preadolescenziale/adolescenziale) e conseguente ampliamento con gli anni del gruppo dei percussionisti (con  la creazione di laboratori per genitori che vorranno unirsi al progetto così da creare anche un ponte generazionale e dare nuovi canali di comunicazione alle famiglie).

·         sensibilizzazione delle persone del territorio (a partire dalle famiglie dei partecipanti e degli altri alunni della scuola) rispetto ad una modalità sana, facilmente accessibile e divertente di aggregazione come il suonare in gruppo di percussioni.

 

Telti: __26/09/2016__

 

 

 

TELTI. Alla scoperta del patrimonio botanico. L'Associazione Ascunas ripropone per il secondo anno un percorso formativo sulla conoscenza delle piante, 12 lezioni che si svolgeranno in forma itinerante con escursioni in varie zone della Gallura e dell'isola, per studiare direttamente sul luogo le piante tipiche dei territori. Il programma del "Corso itinerante nel mondo botanico della Sardegna", sarà illustrato stasera, alle 20, al Museo. «Obiettivo del corso – spiega il presidente di Ascunas, Giovanni Careddu (foto) – è imparare a classificare e riconoscere le piante mangerecce da quelle velenose, le erbe da usare in tintoria, quelle salutari per insaporire i cibi e quelle per gli infusi contro i malanni più comuni. Ma lo scopo, è anche riappropriarsi dei saperi e sapori ormai perduti, come l'arte di coltivare l'orto, imparare a fare l'olio di lentisco, le marmellate e i liquori tipici».

Il programma prevede percorsi turistico-naturalistici in Gallura e in altre località della Sardegna, con escursioni, ad esempio, sul Gennargentu per vedere la peonia in fiore, e a Su Gorropu, per studiare l'aquilegia nuragica. E, ancora, escursioni alla scoperta della foresta di Tasso sul Monte Pisano di Bono, dello zafferano selvatico nella Giara di Gesturi, e visite nei siti naturalistici di pregio, dalle Saline di Olbia, allo stagno di San Teodoro. Le lezioni si terranno una volta al mese, per un anno: ogni incontro prevede un programma didattico e l'escursione. Tra i temi che saranno trattati, le erbe di San Giovanni e gli olii essenziali, la fitoterapia, le piante

tintorie, la fitocosmesi, la preparazione dell'olio di lentisco e dei saponi naturali, ma anche dei liquori e delle marmellate con i frutti selvatici. I corsisti impareranno, infine, a riconoscere le piante velenose e a preparare un pranzo a base di piante mangerecce spontanee. (t.s.)

 

 

 

 

 

 

 


leggi il programma 2012/2013 del "CORSO ITINERANTE NEL MONDO BOTANICO DELLA SARDEGNA"

scarica la peonia del gennargentu

scarica la lezione di etnobotanica

scarica le immagini della ginnastica

Attività:     

 novità DA LEGGERE O SCARICARE: bollettino di A.S. CU.NA.S.

clicca e vedi l'orario di apertura del museo.

vedi le foto del museo naturalistico 

____________________________________

siti amici:

 

www.crimm.org

  www.myspace.com/ilcompleannodimary 

www.comune.telti.ot.it 

www.nautiluservices.com

www.giovannicareddu.com 

www.arterula.it 

associazione Cesaraccio, La Maddalena

BUON FERRAGOSTO  E FELICE   ANNO NUOVO

 novità DA LEGGERE O SCARICARE: bollettino di A.S. CU.NA.S.

 

relazione sulle attività svolte dall'Associazione

Atto Costitutivo

STATUTO     

modulo di richiesta di adesione alla Associazione

 

PRESENTAZIONE DELLA

ASSOCIAZIONE 

 L’ Associazione per gli Studi Culturali e Naturalistici della Sardegna  è la naturale prosecuzione di un’idea nata per la realizzazione di uno progetto scientifico sul territorio del Comune di Telti clicca per vedere il progetto.

   Come da art. 3 dello Statuto, l' associazione si propone il fine di promuovere studi, ricerche, manifestazioni e pubblicazioni per contribuire alla conoscenza ed alla conservazione del patrimonio Culturale e Naturalistico della Sardegna.

    Uno degli obiettivi principali è la diffusione della cultura naturalistica mediante conferenze e lezioni, svolte anche col patrocinio dei Provveditorati agli Studi. Un'importante attività di promozione della cultura e della sensibilità naturalistica, specialmente rivolta agli scolari e studenti delle scuole medie, consiste nell' organizzazione di visite guidate ad ambienti naturalisticamente rilevanti (oasi naturali) e nello svolgimento di lezioni introduttive nelle scuole.   L'attività scientifica più qualificante della Società e data dalla pubblicazione delle ricerche naturalistiche compiute dagli Associati, da Studiosi e da Specialisti della varie Branche.

    La Società si propone di promuovere le ricerche Culturali e Naturalistiche e dare assistenza ad Amministrazioni Pubbliche sarde nell' organizzazione di mostre, allestimento di piccoli musei di scienze naturali e studio e/o restauro di materiali scientifici.

    La Società, inoltre, si propone la creazione di un Museo di Scienze Naturali  nel quale verranno inseriti  i reperti oggetto degli studi di ricerca, oltre quelli inerenti la terra sarda recuperati in altri musei, collezioni private ecc.

    La Società  non ha scopo di lucro e si basa su attività volontarie dei soci. L'associazione dovrà esse quindi  iscritta nel registro del volontariato della Regione Sardegna  (Provincia di Olbia-Tempio), ai sensi delle leggi vigenti.

    La Società sarà diretta da un Consiglio Direttivo, eletto dai Soci e rinnovato ogni tre anni. Essa dovrà essere costituita da numerosi Soci sostenitori, oltre che da   affermati studiosi ed accademici italiani, ed eventuali Soci Onorari.

Pubblicazioni periodiche

    Semestralmente dovrà essere pubblicato un Notiziario che condensa varie rubriche di interesse generale e divulgativo, oltre a notizie sulle attività sociali.

  Biblioteca sociale

    La Società dovrà disporre  di una Biblioteca Sociale, che verrà collocata in locali ancora da reperire . Essa sarà costituita essenzialmente da donazioni e scambio di pubblicazioni.

Ricerche scientifiche e meeting di studiosi

  Ogni anno si organizzeranno escursioni e ricerche naturalistiche in vari ambienti regionali, cui partecipano soci e simpatizzanti, e due volte all' anno verranno indetti   incontri conviviali, cui partecipano numerosi naturalisti provenienti da tutta Italia e da paesi stranieri, occasioni importanti di incontro, conoscenza reciproca e discussioni scientifiche.

Telti, 09/11/2005

   
 il Presidente

Francesco Cassitta

 

 

   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

sei il visitatore esimo